Test Covid-19

L’infezione da questo virus può comportare un’iniziale risposta immunitaria dell’ospite senza sviluppo di alcuna malattia (i soggetti risultano asintomatici, come accade nella grande maggioranza dei casi), oppure una reazione minima con sintomi quali pseudo raffreddore, mal di gola, perdita della capacità di percepire odori, o in taluni casi, con sintomi di interessamento del tratto intestinale (diarrea, nausea). In una piccola percentuale di casi (i dati epidemiologici sono ancora in aggiornamento), l’infezione evolve in malattia più importante delle vie respiratorie più basse con sintomatologia quale tosse secca, respiro corto, senso di debolezza, e sintomi pseudo influenzali come dolori muscolari, possibili espressione di una polmonite interstiziale.
L’evoluzione della semplice infezione o della malattia (nelle sue diverse forme) dipende dalla dose infettante del virus e dalla “forza” del sistema immunitario dell’ospite (il soggetto infettato).

In FIUMEDICA si eseguono i seguenti test per la prevenzione e la diagnosi da infezione da Covid-19:

TAMPONE MOLECOLARE
Il test viene eseguito in pochi secondi, la procedura consiste nel prelievo di un campione di cellule superficiali della mucosa della faringe posteriore o rinofaringe, mediante un piccolo bastoncino in grado di trattenere il materiale organico.
Il campione prelevato viene analizzato in laboratorio con una metodica denominata rRT-PCR. Il tempo di refertazione è pari a 24h.

TAMPONE ANTIGENICO RAPIDO
Il test viene eseguito in pochi secondi, la procedura consiste nel prelievo di un campione di cellule superficiali della mucosa della faringe posteriore o rinofaringe, mediante un piccolo bastoncino in grado di trattenere il materiale organico. Il tampone viene poi inserito in una provetta il cui contenuto, assieme ad uno specifico reagente, viene versato in apposita tavoletta immunografica. Il risultato del test è disponibile in circa 15 minuti.

TEST SIEROLOGICO PER LA DETERMINAZIONE DEGLI ANTICORPI
Il test si esegue con un prelievo del sangue. Il campione sierologico prelevato viene analizzato in laboratorio per il dosaggio quantitativo di IgG e IgM anti Sars-Cov-2.
Le IgM sono gli anticorpi che compaiono per primi nel siero dei pazienti dopo una primaria esposizione all’antigene (in genere non prima di 10 giorni) e quindi la loro presenza indica un’infezione recente o l'avvenuta risposta immunitaria alla somministrazione del vaccino.
Le IgG cominciano a formarsi dopo circa 15 giorni dall’esposizione primaria all’antigene.
Non è necessario il digiuno, si consiglia tuttavia dieta leggera e priva di latticini. Non viene richiesta la sospensione dell’assunzione di farmaci abituali (si richiede comunque di segnalare all’operatore eventuali terapie in atto).

INFO e PRENOTAZIONI:
Tel 0434-457752
Email: info@fiumedica.it